Controllare il Punto di Fumo

Partiamo da una considerazione: il punto di fumo di un olio è un elemento fondamentale da conoscere per ottenere una buona frittura. Per punto di fumo si indica infatti la temperatura ottimale di un olio, oltre la quale questo si degrada alterando la propria struttura, iniziando a fumare e diventando dannoso. Ogni grasso ha un suo punto di fumo e più questo sarà alto, migliore sarà la qualità della frittura. I grassi di origine vegetale (olio d’oliva e l’olio di arachidi in particolare) sono i più indicati per le fritture. Premesso questo, servirà anche una padella a bordo alto per friggere i propri cibi e non tutte le padelle sono indicate. La scelta ottimale cade sulla padella in ferro, dai bordi spessi, che permetta di diffondere in maniera uniforme il calore. Pentole Agnelli realizza una serie di padelle in ferro adatte a friggere ma non solo. Il ferro è un catalizzatore della “Reazione di Maillard”, trasformando lo zucchero presente sulla superficie della carne rossa in caramello. Costate, tagliate, fiorentine: cucinate sul ferro avranno un gusto esaltante.