Centrifugati, estratti o centrifrullati?

Il mangiare sano è uno degli argomenti più trattati dai media. Vogliamo quindi fare un po’ di chiarezza, valutando le caratteristiche di tre tipologie di piccoli elettrodomestici da cucina molto chiaccherati.

La centrifuga è un elettrodomestico che sfrutta il principio fisico della forza centrifuga. Gli alimenti vengono sminuzzati e il succo viene separato dalla polpa grazie a una lama che gira ad alta velocità. La polpa viene trattenuta da un filtro a trama spessa e la fibra quasi asciutta così ottenuta può essere riutilizzata in diversi modi. Le Duo Plus XL è una centrifuga a freddo interamente fabbricata in Francia che gode del know-how progettuale di Magimix. È una macchina professionale ad uso casalingo, con motore asincrono a basso numero di giri che permette di non ossidare, scaldare o alterare minimamente le caratteristiche degli alimenti utilizzati.

Duo Plus XL_giallo
Magimix Le Duo Plus XL

L’estrattore, a differenza della centrifuga non usa lame ma una coclea che non spezza il cibo ma lo spreme, girando ad una velocità molto bassa. Kuvings Silent Juicer raggiunge una velocità di 60 giri al minuti e permette di bere succhi ad un alta concentrazione di vitamine senza riscaldare minimamente gli alimenti.

kuvings_b6000s_grigio
Kuvings B6000S

I PowerBlender di Vitamix hanno fatto la storia della cucina americana. Grazie all’alta velocità, le lame non perdono il filo e non si stressano. Le loro punte raggiungono i 386 km/h e permettono di realizzare frullati, smoothies (con frutta e ghiaccio), dessert freddi (partendo dalla frutta congelata), zuppe e vellutate (con riscaldamento) e succhi. Si prestano anche alla macinatura di granaglie (farine) e triti, a rendere burro la frutta secca, ad estrarre latte di soia e mandorle, ad impastare pane, pizza e dolci, e a processare tutti quei cibi a basso contenuto di acqua, comprese le banane e i fichi.

vitamix_ascent_a2300-black-rightglam-620x620
Vitamix Ascent A2300